Eventi

22 SETTEMBRE 2017 - LA BATTAGLIA DI PIOMBINO NELLA MEMORIA NAZIONALE

Venerdì 22 settembre la presidente dell'Istoreco Carla Roncaglia sarà a Piombino per presentare la ricerca di Mattia Rossi "La battaglia di Piombino nella memoria nazionale", pubblicata da "Piombino Oggi" e scaricabile dal link nella colonna a destra. L'appuntamento è alle ore 17 presso il Palazzo Comunale, saranno presenti l'assessore alla cultura Paola Pellegrini e l'autore.

 

Di seguito riportiamo l'introduzione scritta da Carla Roncaglia per il lavoro di Rossi:

«Il modo in cui ogni anno la città di Piombino e le sue istituzioni onorano il ricordo della “battaglia di Piombino”, una delle pagine più significative della sua storia recente e del suo contributo alla Resistenza, è esemplare di come intendere il “fare memoria” e come alimentare una cultura della memoria non ritualistica e statica, ma viva, critica, orientata al presente e che vuole parlare soprattutto alle nuove generazioni.
Quest’anno la testimonianza di tale impegno istituzionale è in questo lucido ed agile saggio storico di Mattia Rossi che ricostruisce la “ battaglia di Piombino” dal punto di vista del suo rapporto con la memoria nazionale delle vicende resistenziali, rapporto complicato e a lungo misconosciuto.
L’autore, infatti, non solo rievoca con estrema accuratezza i giorni ed i protagonisti straordinari di quella battaglia, ma soprattutto ripercorre il cammino, lungo ed irto di difficoltà, che la città ha dovuto compiere per veder riconosciuto il valore assoluto di quell’evento ed ottenere che fosse collocato a pieno titolo nel mosaico di esperienze che compone la storia della Resistenza italiana: trascorrono infatti quasi cinquant’anni tra la prima richiesta avanzata dal Comune per ottenere il riconoscimento di una onorificenza da parte dello Stato e la concessione della Medaglia d’Oro al Valor militare, suggello definitivo del ruolo di primo piano svolto da Piombino, piccola città, insieme ad altre ben più grandi e strategiche.
Con molta efficacia Rossi mostra come il percorso, sofferto e accidentato, ma anche determinato ed orgoglioso, di Piombino per conquistare quel riconoscimento che le spettava sia stato condizionato da una parte dalle diverse fasi politiche che hanno caratterizzato i primi decenni del dopoguerra, quando il suo essere una città operaia, fortemente coesa, politicamente schierata all’opposizione rispetto ai governi democristiani, con fama, da sempre, di “città difficile” non favoriva la necessaria attenzione nei confronti delle sue richieste da parte dei poteri nazionali ed anzi spingeva a minimizzarle e sottovalutarle.
Da un’altra parte è stato condizionato dalla evoluzione storiografica e dai cambiamenti interpretativi che hanno caratterizzato, dal dopoguerra ad oggi, gli studi e il dibattito pubblico
sulla Resistenza. A cominciare dagli anni ’70, grazie anche a nuove modalità di ricerca storica,
il quadro di conoscenze su questo fenomeno è diventato assai più ricco, complesso e composito di quello a cui si faceva riferimento nell’immediato dopoguerra, quando il contesto era tale da alimentare visioni interpretative strumentali e schematiche, più funzionali alla lotta politica del momento che alla “verità” storica.
Rispetto a questo nuovo sfondo metodologico e culturale anche la lettura della “battaglia di Piombino” ha cambiato prospettiva; in particolare alcuni lavori di ricerca, citati dall’autore,
come quelli di Rocco Pompeo e, soprattutto, di Ivan Tognarini ne fanno emergere una nuova
immagine: da episodio locale, marginale, classificabile come una delle molte “diversità” attribuite alla comunità piombinese, essa assume una valenza ben definita, del tutto coerente ed in sintonia con il contesto storico nazionale e con i significati stessi della Resistenza, che la ricerca storica ha rimodellato, ma che comunque resta uno spartiacque nella storia novecentesca del nostro Paese ed elemento fondante della nostra Repubblica e della nostra democrazia.
Questo breve saggio, dunque, al di là del suo valore documentario, riesce molto bene a cogliere l’obiettivo che, credo, il Comune di Piombino si è dato con la sua pubblicazione: tenere viva nella coscienza collettiva di una città, che attraversa oggi momenti difficili ma non ha perso la sua combattività e il suo orgoglio, la memoria di quel patrimonio di valori che seppe così bene testimoniare con la lotta partigiana e con il suo contributo alla nascita della Repubblica, affinché attingendo ad esso si rinsaldino la sua identità e le sue radici».

Carla Roncaglia
Presidente Istituto Storico della Resistenza e della Società Contemporanea nella Provincia di Livorno

Data creazione: 19/09/2017

Condividi con noi la storia del '900

13 OTTOBRE - GLI ALTRI E ILIO BARONTINI

Venerdì 13 ottobre alle ore 17:00, presso la Libreria Erasmo (via degli Avvalorati 62, Livorno), verrà presentato e discusso il libro di Mario Tredici "Gli altri e Ilio Barontini" (Ets edizioni). Interverranno, insieme all'autore, Mario Baglini (docente in pensione, scrittore e politico),...

continua

26 SETTEMBRE 2017 - PER SPORT E PER AMORE (SETTEMBRE PEDAGOGICO)

All'interno del programma del "Settembre pedagogico" - promosso come ogni anno dal Comune di Livorno - il 26 settembre, alle ore 17 presso la Sala del CRED/CIAF, in Via Caduti del Lavoro 26, l'Istoreco organizza un incontro dal titolo "Per sport e per amore. Bambini, genitori e agonismo", con...

continua

28 SETTEMBRE 2017 - PRIGIONIERI DI HITLER PRIGIONIERI DEGLI ALLEATI

Prigionieri di Hitler, prigionieri degli Alleati… Una riflessione sulle condizioni di prigionia dei militari italiani nei diversi contesti bellici.

continua

Percorsi didattici

Proposte per l'Anno Scolastico 2015-2016
continua

Una foto per la storia

Con le foto del nostro archivio ti raccontiamo la storia di Livorno.
Aiutaci ad arricchire il racconto.
Inviaci la tua foto-storia.
Vai alla pagina

Aiutaci a conservare i documenti

Raccogliamo le carte della storia politica sociale ed economica del '900.
Hai delle carte importanti?
Non sai come conservarle? Contattaci.
Vai alla pagina

La storia sei anche tu

La storia è un bene di tutti.
Fatta da tutti...anche da te.
Partecipa alla nostra iniziativa
#lastoriaseianchetu
Vai alla pagina

La storia nella tua scuola

Sei un insegnante?
Vuoi costruire un percorso didattico
sulla storia per la tua classe?
Guarda i nostri percorsi.
Vai alla pagina

Istoreco ha bisogno di te

Puoi aiutare le nostre iniziative
con una liberalità o divenendo
socio del nostro Istituto.
Vai alla pagina

Il nostro sito utilizza i cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni. Accetto

Dove ci trovi?

-
Tel.
E-mail: istoreco.livorno@gmail.com